montecassinoFrosinone. Due eventi importanti sono avvenuti il 23 Ottobre per la cittadinanza della bassa Ciociaria Sora e Cassino: Padre Donato Ogliari viene nominato 192° Abate di Montecassino e nel contempo il Santo Padre, con Motu Proprio, ha disposto la modifica dei confini della Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo unendola alla Diocesi di Cassino, sotto la guida dall’attuale Vescovo di Sora,  Gerardo Antonazzo.

Il tutto è avvenuto dopo che quel fatidico 12 giugno 2013 l’Abate Vittorelli rinunciava al ministero di guida della Comunità religiosa dell’Abbazia di Montecassino ed al suo posto veniva nominato Don Augusto Ricci Amministratore Apostolico di Montecassino.

La decisione era attesa ma anche temuta dalla comunità di Cassino che, da quasi quindici secoli governata dall’Abate Ordinario di Montecassino, vede reciso il legame abbazia-territorio come si legge nel comunicato stampa dell’Ufficio diocesano Comunicazioni sociali della Diocesi di Cassino. E’ proprio nel comunicato stampa che si legge tra le righe l’amarezza per la decisione presa: “Vogliamo accogliere con fiducia chi guiderà la nostra chiesa particolare e offrirgli tutta la propria disponibilità e collaborazione in piena lealtà e sincerità.

Al tempo stesso sorge spontaneo nel cuore di tutti i figli della Terra Sancti Benedicti un sentimento di grande considerazione, riconoscenza e gratitudine per tutti i Monaci e gli Abati di Montecassino, dai quali tanto hanno ricevuto, sempre, da ogni punto di vista, spirituale, culturale, morale, umano.

Nessuno dimenticherà mai questo, l’abbazia resterà sempre un solido punto di riferimento, un faro di fede, di carità e di speranza e l’antico legame di affetto non si spezzerà mai. Vogliamo credere che questa innovazione e la guida illuminata del nuovo Padre Abate possano tracciare per Montecassino una nuova strada e un nuovo ruolo-guida a bene della Chiesa e della società e segnare quindi per la millenaria abbazia una nuova primavera, secondo il motto Succisa virescit.

La fede ci conduca tutti a riconoscere in questa difficile e sofferta svolta storica per la nostra chiesa particolare, non una “disgrazia”, ma al contrario un momento di grazia, in cui la mano sapiente e paterna di Dio ci accompagna, e se pota la pianta lo fa perché porti più frutti“. Donato Ogliari, nato a Erba (Como) il 10 Dicembre 1956, proviene dall’Abbazia di Madonna della Scala di Noci di Bari dove nel 2006 è stato eletto Abate ricevendo la Benedizione Abbaziale in giorno 7 Ottobre.

Il Vescovo Antonazzo ha rivolto parole di grande riconoscenza per il Santo Padre “assicurandogli filiale e docile adesione al suo magistero e al ministero petrino esercitato per il bene della Chiesa sotto la sapiente guida dello Spirito” ed alla Comunità monastica dell’Abbazia ha espresso viva riconoscenza per il servizio spirituale e pastorale svolto a favore della comunità parrocchiale.

L’appuntamento per l’intera Diocesi, in tutte le sue componenti e le pregiatissime Autorità dell’intero territorio, è fissato al 9 Novembre 2014 ore 17,00, presso la Chiesa madre di Cassino per la solenne preghiera eucaristica di ringraziamento. (m.dv.)