Roma. Panico tra i passeggeri alla fermata metro Ottaviano intimoriti da un possibile inquinamento ambientale. E’ accaduto poco prima delle 19.30 di Sabato, quando alcuni passeggeri all’interno di un convoglio hanno iniziato a lacrimare e a sentire bruciare la gola. In pochi secondi è scoppiata la psicosi tra i passeggeri, subito si è diffusa la convinzione che qualcuno avesse sprigionato una sostanza tossica dentro la metropolitana. Per questo il personale di sicurezza ha fatto evacuare il convoglio e l’metro romaintera stazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che con i loro apparati non hanno riscontrato nessuna sostanza anomala nell’aria. Solo dopo è stato appurato che in un vagone c’è stata una lite fra due persone, una delle quali ha usato lo spray al peperoncino. La stazione è stata riaperta dopo circa 40 minuti.