Roma. Una basilica gremita ha accolto questa mattina i 13 diaconi che papa Francesco ha ordinato sacerdoti. I diaconi sono entrati in fila e si sono schierati al primo banco dove il pontefice poco dopo è passato con l’incenso. Migliaia di persone hanno preso parte alla cerimonia con emozione e devozione. italiani, 4 originari dell’America Latina, uno dal Pakistan, uno dalla Corea del Sud, uno dal Vietnam. Nella Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, Papa Francesco ha chiesto la “capacità di perdono” sottolineando che i sacerdoti non sono “padroni della dottrina” ma alla dottrina piuttosto devono essere papa Francescofedeli. “Sarete partecipi della missione di Cristo, dispensate a tutti quella parola che voi stessi avete ricevuto con gioia leggete e meditate assiduamente la parola del Signore per insegnare ciò che avete appreso nella fede”, ha spiegato papa Francesco durante l’omelia, “voi non siete padroni della dottrina, voi dovete essere fedeli. Sia nutrimento al popolo di Dio la dottrina, gioia e nutrimento. Voi continuerete l’opera santificatrice di Cristo durante il vostro ministero. Riconoscete dunque ciò che fate, imitate ciò che celebrate. Con il battesimo aggregherete nuovi fedeli al popolo di Dio. Vi chiedo per l’amore di Gesù mai stancatevi di esservi misericordiosi, abbiate quella capacità di perdono che ha avuto il Signore”.