Roma. L’hanno svuotata e pulita come accade ogni 15 giorni, hanno raccolto le monetine e poi, alle 9 in punto, hanno riattivato l’acqua tra gli ‘oh’ di stupore dei turisti, che alla Fontana di Trevi hanno regalato anche un applauso, seppure da dietro una recinzione metallica. È cominciato oggi il cantiere per il restauro della Fontana più famosa del mondo, settecentesco gioiello del barocco romano. Un restauro che durerà circa un anno e mezzo e che si annuncia unico perchè consentirà ai turisti di seguire i lavori. Nessuna palizzata, ma un cantiere a vista, con tanto di passerella che verrà allestita sopra la vasca per consentire di poter passeggiare sul monumento. E anche se la fontana sarà senza acqua, per consentire i Fontana di Trevilavori, la tradizione sarà rispettata: sarà possibile effettuare il lancio della monetina da uno specchio di acqua che sarà posto al centro della recinzione. Nella Convenzione firmata il 12 dicembre 2012 con la Sovrintendenza capitolina, Fendi ha donato a Roma Capitale non solo il contributo per Fontana di Trevi (2,2 milioni di euro) ma anche quello per il complesso delle Quattro Fontane (320mila euro) per un totale di oltre 2,5 milioni euro. I lavori verranno realizzati sotto la supervisione tecnico- scientifica della Sovrintendenza capitolina ai beni culturali. «Uno dei simboli di Roma e del mondo, la Fontana di Trevi tornerà a splendere insieme al complesso delle Quattro Fontane. Ringrazio per questo magnifico regalo, alla città e ai migliaia di turisti che ogni anno la fotografano e la visitano appassionatamente, la maison Fendi», perchè «grazie a una delle case di moda più note del nostro paese e a una grande operazione di mecenatismo, avviamo finalmente i lavori», dichiara il sindaco di Roma, Ignazio Marino, sottolineando che «solo la passione per l’arte e per questa città della famiglia Fendi infatti ha reso possibile l’inizio dei restauri. La valorizzazione del nostro patrimonio deve sempre di più passare attraverso queste collaborazioni virtuose tra pubblico e privato per far sì che la nostra storia, i nostri monumenti, la grande bellezza possa continuare ad essere un’incredibile e straordinaria eredità per le generazioni future».  Il primo cittadino continua , spiegando che «l’innovativo cantiere didattico permetterà di partecipare e vedere i lavori: il restauro infatti non deve essere un disagio per turisti, romani, commercianti, ma un’occasione per apprendere e partecipare a un lavoro straordinario». I lavori di Fontana di Trevi saranno realizzati dall’Ati «Trevintre», composta dalla Cooperativa Cbc, capogruppo, e dalle Società Ara s.n.c. e Tecnicon S.r.l., e saranno completati entro l’autunno del 2015. L’importo complessivo dell’intervento è pari a circa 2,2 milioni di euro, comprensivo dei lavori di restauro, della revisione e implementazione degli impianti idrico, di illuminazione artistica, di allontanamento dei volatili e di videosorveglianza. La recinzione di cantiere sarà realizzata con pannelli trasparenti e sul prospetto della fontana i lavori procederanno per fasi (si partirà dal prospetto centrale per passare ai due laterali), così come sulla scogliera. Per rendere fruibile la visita a tutti i turisti sarà allestito un cantiere innovativo, in modo che la fontana sarà in parte sempre visibile e visitabile: sarà possibile, come mai prima d’ora, vederla con uno sguardo ravvicinato e una prospettiva completamente diversa attraversando un ponte panoramico sulla vasca (accessibile dalla fine di giugno) che, accessibile direttamente dalla piazza, entrerà nel cantiere; saranno montati due schermi lungo la recinzione di cantiere, che mostreranno immagini attuali e storiche legate all’iconica fontana; sarà possibile per i turisti continuare il tradizionale lancio della monetina mediante un allestimento scenografico posto al centro della recinzione di cantiere; il restauro, la storia e le immagini della fontana saranno inoltre consultabili attraverso un sito web «work in progress» appositamente predisposto e raggiungibile agli indirizzi www.restaurofontanaditrevi.it e www.trevifountain.it.