Civitavecchia. Un ovulatore congolese, sbarcato nel porto di Civitavecchia proveniente da Barcellona, è stato intercettato dai finanzieri della locale compagnia. L’uomo, dell’età di 43 anni, per superare i controlli predisposti presso lo scalo portuale, aveva ingerito 34 ovuli contenenti circa un chilo di eroina ma è stato tradito dall’evidente nervosismo palesatodrgcvtvcc_web durante l’attività delle unità cinofile antidroga, che ha indotto i militari ad approfondire la situazione. Rimasta senza esito l’ispezione ai bagagli, l’ovulatore è stato condotto al pronto soccorso del nosocomio di Civitavecchia, dove è stato sottoposto ad esami radiografici che hanno rivelato la presenza di alcuni corpi estranei all’interno dell’addome. E’ stato necessario un delicato intervento chirurgico per consentire l’asportazione di tre ovuli rimasti incastrati, gravemente deteriorati e ormai prossimi alla rottura.