Latina. Non lavorava da mesi, precisamente dal 25 ottobre ultima data in cui si hanno sue notizie, ma continua ugualmente a percepire lo stipendio, alla fine arriva il licenziamento. L’episodio è accaduto a Formia all’ospedale “Dono Svizzero”. La decisione di licenziare il dipendente assenteista è stata presa direttore generale della Asl Michele CaporoOspedale-dono-svizzero-di-Formiassi. Dopo i primi tre giorni di assenza ingiustificata è partito il primo richiamo ma di lui si sono perse le tracce, fino a quando l’ufficio procedimenti disciplinari ha contestato una serie di addebiti. Il dipendente non si è presentato nemmeno al contraddittorio previsto il 30 maggio scorso e alla fine è scattato il licenziamento per «assenza ingiustificata, arbitraria e immotivata».