Latina. Si è tenuta oggi negli uffici di piazza del Popolo la riunione inter istituzionale che ha visto seduti intorno al tavolo Comune, Provincia e i tecnici per cercare una risoluzione alla problematica dell’utilizzo del canale Rio Martino da parte della nautica da diporto, nelle more dell’attivazione dei lavori di completamento del porto .Nel corso della riunione,presieduta dal sindaco Di Giorgi e a cui hanno partecipato Comune, Provincia, tecnici comunali e provinciali, il direttore dei lavori ed una rappresentanza del comitato di diportisti di Rio Martino “Amanti del Mare” , sono emerse le problematiche oggettive che finora hanno impedito la possibilità di riattivare quanto smantellato, sia per le attività in corso da parte della magistratura e sia in ragione di quanto stabilito dal capitolato d’appalto della Provincia che prevede che i lavori debbano essere svolti a canale sgombro. Da un lato, come fanno sapere da piazza del Popolo, “l’amministrazione provinciale ha ribadito la volontà di comunicare formalmente la possibilità di rimuovere per la stagione 2014 detto vincolo”, dall’altro “il Comune, una volta ottenuto il parere legale , attiverà le procedure per un utilizzo provvisorio delle aree indicate dall’amministrazione provinciale”. “Mi sono attivato già dal mese di dicembre, con ben tre incontri  analoghi in cui ho coinvolto Capitaneria di Porto, Provincia e progettisti, rimanendo purtroppo fermi e non riuscendo ad attivare operazioni concrete perché la gara dell’amministrazione provinciale non era ancora stata aggiudicata e quindi la stessa Provincia era impossibilitata a fornire gli atti che ci avrebbero potuto consentire di attivarci prima” ha spiegato l’assessore all’Ambiente Fabrizio Cirilli. “Già da oggi ho dato mandato a trasmettere all’ufficio legale  quanto stabilito nell’incontro per poter mettere in campo tutti gli  strumenti per sperare di recuperare la stagione estiva ormai alle porte. Nell’incontro di oggi ho anche avuto modo di ribadire che stiamo incessantemente sollecitando l’amministrazione dal mese di dicembre a dare proroga e rinnovo alla concessione che, in quanto scaduta, se non rinnovata dalla Regione rischia di diventare un ulteriore problema ad aggravare la situazione impedendoci di essere pronti e di scongiurare il tracollo economico”ha concluso Cirilli. “L’amministrazione provinciale si è detta disposta a risolvere il problema cercando di venire incontro alle esigenze dei diportisti” ha invece commentato il presidente della provincia De Monaco.

Giulia Antenucciporto rio martino