Roma. Stroncato un giro internazionale di auto di lusso rubate in Italia e vendute nell’est Europa, con un’operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma che ha portato all’arresto di quattro persone e alla denuncia di altre cinque. A finire in manette sono un italiano 37enne e tre cittadini polacchi di et√† compresa tra i 40 e i 50 anni, accusati di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di numerosi furti di autovetture di grossa cilindrata, prevalentemente Suv di marche prestigiose tra cui Porsche, Mercedes, Land Rover e Toyota. L’uomo di nazionalit√† italiana prendeva delle vere e proprie ordinazioni
e individuato il veicolo giusto, entravano in azione i 3 stranieri che operavano mediante effra812089_369555_resize_597_334zione del finestrino e utilizzo di congegni elettronici atti ad annullare la centralina dell’auto per consentire il riconoscimento di una chiave idonea ad avviare il veicolo. L’auto veniva quindi spostata di alcuni chilometri, bonificata da antifurti e localizzatori satellitari e condotta in alcuni garage nella disponibilit√† del capo dell’organizzazione che provvedeva ad inserirla verso i canali di ricettazione e riciclaggio.
Talvolta le auto venivano completamente smontate e stoccate in container per il trasporto verso l’Est. Nel corso dell’indagine sono state arrestate in flagranza altre 10 persone e recuperate 26 autovetture, tutte restituite ai legittimi proprietari.