Roma. Pannoloni, preservativi e addirittura feci abbandonati tra reparti, androni e spazi verdi. E’ la situazione in cui versa l’ospedale San Camillo di Roma, secondo la denuncia dell’associazione Assotutela che ha realizzato un reportage fotograf20150112_reportageassotutelscamilloico realizzato il 10 gennaio. “Come testimoniano le fotografie scattate personalmente insieme al coordinatore nazionale Carlo Valguarnera – spiega Maritato – possiamo dichiarare liberamente che il San Camillo è ormai un ospedale discarica. Pannoloni, guanti in lattice utilizzati, preservativi e resti di materiale organico e addirittura feci, abbandonati tra i reparti, androni e spazi verdi”. Il reportage è visibile sul sito di Assotutela, che denuncerà la situazione ai Carabinieri dei Nas. “Inaccettabile il lavoro del direttore generale – continua Maritato – addirittura chiamato per far pulizia da un’altra regione. Se questi sono i risultati deve tornare a casa subito. Un’eccellenza fra le eccellenze offesa ed umiliata per l’incapacita del Dg D’Urso – conclude – non in grado di amministrare uno degli ospedali più importante d’Italia”.