Roma. “Raccolgo la segnalazione del comitato ‘la cittadinanza di Casal Bertone’, quartiere romano ad alto tasso di immigrati. I residenti ieri si sono dati appuntamento fuori images (1)dalla scuola media Lucio Lombardo, per protestare contro l’istituzione di corsi di lingua per cittadini bengalesi che si terranno nelle stesse aule e negli stessi orari in cui la scuola viene frequentata dai loro figli. Una situazione paradossale in cui centinaia di immigrati si ritroveranno a frequentare gli stessi corridoi e gli stessi bagni con ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, con gravi rischi sanitari e di sicurezza”. Lo afferma l’eurodeputato della Lega Mario Borghezio. “Sono al fianco dei genitori di Casal Bertone che presidiano l’ingresso della scuola per chiedere almeno che i bengalesi abbiano un tesserino di riconoscimento come prevede la legge e che le lezioni, se proprio si devono tenere, vengano fatte in orari serali. Stop invasione. Prima la nostra gente”, conclude Borghezio.