def 1Frosinone. Con lo slogan “Per non essere un semplice spettatore” delle istruttrici Salvamento Academy, Simona De Vecchis e Tiziana Foglietta, si è tenuto presso il Centro Sportivo Park Club di Frosinone, il corso BLSD, PBLSD e sulle manovre di disostruzione adulto/bambino.

Lo scopo del corso è diffondere la cultura del soccorso anche ai laici, individui non sanitari, insegnando loro delle semplici manovre di rianimazione e come affrontare una situazione di emergenza utilizzando un Defibrillatore semiautomatico esterno (AED), nell’attesa dell’arrivo del Servizio Medico d’Emergenza 118.

def 2Chiediamo alla Dr.ssa Tiziana Foglietta, medico specialista in gastroenterologia, cosa risponderebbe al comune cittadino che dichiara di aver paura di intervenire nel timore di provocare ulteriori danni, come ad esempio fratture toraciche o defibrillazioni non richieste: “L’arresto cardiaco è una condizione che non può peggiorare – spiega la Dott.ssa Foglietta – se non si interviene precocemente; il soggetto potrebbe avere lesioni cerebrali irreversibili, che renderebbero vano qualsiasi intervento successivo da parte del personale specializzato. Pertanto, l’utilizzo di semplici manovre, consente nell’attesa dell’arrivo dei sanitari, di evitare l’insorgenza di tali danni. La possibilità di rompere una costola è reale – continua l’istruttrice di Salvamento Academy – anche se molto rara, ma chiaramente tale eventualità risulterebbe essere un danno minore rispetto alla morte del soggetto e di conseguenza non punibile. Per quello che riguarda la possibilità di defibrillare in tempi e modi non richiesti rispondo che le strumentazioni utilizzate, in questo caso un defibrillatore semiautomatico, hanno la capacità di riconoscere quando e come intervenire eliminando del tutto l’ipotesi di un utilizzo sbagliato. Il messaggio che voglio rimanga però – sottolinea ancora – è quello che le tecniche di rianimazione insegnate nei nostri corsi sono di facile esecuzione e possono essere eseguite da tutti, non necessariamente da sanitari“.

def 3Il programma didattico seguito è fornito dalla Salvamento Academy, associazione che segue le linee guida dell’American Heart Association e che ha come obiettivo principale quello di diffondere la cultura del Primo soccorso nelle comunità, coinvolgendo le Organizzazioni operanti nei diversi ambiti medico-sanitari, di protezione civile, di soccorso professionale, volontariato, sportivo e culturale.

Con il messaggio “Chi salva un bambino salva il mondo intero” poi, vengono mostrate le manovre di disostruzione per infante e bambino. Semplici e lineari procedure che aiuterebbero adevitare alcune delle 50 morti l’anno in età infantile.

In questo senso eclatanti sono state le tragedie dei due bimbi deceduti alla IKEA di Roma e Bari.

L’informazione determina la formazione e tutti insieme si può contribuirea salvare una vita con un piccolo passo.

A breve verrà inaugurato il primo centro di formazione Salvamento Academy di Frosinone voluto fortemente dalle istruttrici e che si candida a divenire un riferimento concreto per chi vorrà formarsi e per chi vorrà riepilogare i corsi effettuati precedentemente. Con Tali corsi di formazione inoltre, è possibile raccogliere crediti per concorsi pubblici, militari e scolastici. (mdv)