Viterbo. Nell’ambito di un progetto teso a realizzare un piano di controllo della fauna selvatica , in particolar modo della specie del cinghiale, oggi e i prossimi due giorni giorni funzionari dell’ufficio parchi della Provincia di Viterbo, assessorato Ambiente, incontreranno, con il supporto di un esperto, gli agricoltori della riserva naturale di Tuscania. Il problema dei cinghiali, che con le loro scorribande in cerca di cibo invadono i terreni, è divenuto oramai insostenibile nel territorio della provincia di Viterbo e anche nelle aree protette. Oltre ad alimentare comprensibili allarmismi tra la download (3)popolazione, i danni provocati dai cinghiali rappresentano una voce di spesa importante anche per l’ente di via Saffi. Tuttavia, adottando opportuni accorgimenti, è possibile limitare i costi di risarcimento e salvaguardare allo stesso tempo le coltivazioni. E’ proprio per questo che i funzionari della Provincia si metteranno a disposizione degli agricoltori per spiegare loro come operare. L’iniziativa si inquadra nell’ottica della riserva naturale di Tuscania, gestita direttamente dalla Provincia di Viterbo, con l’obiettivo di salvaguardare e favorire le attività agricole nel territorio viterbese e in particolare della riserva. Gli incontri avranno luogo nel centro visite della riserva naturale e nelle aziende agricole già individuate nel corso di precedenti sopralluoghi, dove verrà data dimostrazione pratica della realizzazione delle misure per la prevenzione dei danni.