Frosinone. In merito agli sviluppi del processo sull’appalto della Monti Lepini, che vede coinvolti in questi giorni numerosi politici e funzionari della precedente Amministrazione, è intervenuto il sindaco Nicola Ottaviani, evidenziando come gli sviluppi processuali potrebbero avere un riverbero sulla ripresa dei lavori. “Il Comune di Frosinone si è costituito parte civile” ha dichiarato il primo cittadino Nicola Ottaviani “in quanto la difesa dell’interesse collettivo, senza entrare nel merito delle eventuali singole responsabilità, è sempre un atto dovuto, di natura sostanzialmente neutra. La risoluzione del contratto con l’Ottaviani1impresa aggiudicataria è un’attività amministrativa che rientra nelle competenze del dirigente e dell’ufficio tecnico, e credo che siano in corso gli opportuni accertamenti per verificare l’incidenza degli atti del processo penale ai fini della regolarità delle procedure poste a base di gara. Dopo la realizzazione delle quattro grandi rotatorie e della pubblica illuminazione sull’arteria, ora c’è la necessità di riprendere i lavori e di consegnare in tempi ragionevolmente brevi l’infrastruttura alla città, sia per ragioni di decoro urbano, sia per motivi di sicurezza della circolazione stradale”.