‎Roma. Quanto guadagna il sindaco Marino? E il suo vice? E gli assessori e i consiglieri? Ce lo svela la trasparenza amministrativa diventata ormai legge per tutte le pubbliche amministrazioni d’Italia. Il Campidoglio diventa quindi una casa di vetro dentro la quale è possibile entrare grazie al portale istituzionale. Ecco alcuni dati. Secondo quanto riportato sul sito dell’ente il più pagato tra gli amministratori capitolini è ovvicampidoglio (1)amente il primo cittadino, Ignazio Marino, 59 anni medico e al timone di Roma dal giugno scorso. Il sindaco si aggiudica il podio con un compenso lordo che nel 2013 era pari a 64.700 euro a semestre, con una mensilità di circa 9.700 euro. Al secondo posto di tale classifica è posizionato il Presidente dell’Assemblea Capitolina, Mirko Coratti. Classe 1973, impiegato comunale dal 2001, ha guadagnato lo scorso anno 6.300 euro al mese per un totale complessivo di  38 mila euro ogni semestre. A seguire troviamo gli assessori dell’amministrazione capitolina, a loro spetta un compenso di 7 mila euro al mese. Complessivamente quanto guadagnano? Per gli undici membri della giunta viene erogato un importo pari a 408 mila euro a semestre. Scendendo verso i posti più bassi della classifica troviamo gli amministratori dei diversi municipi sparsi su tutto il territorio della Capitale. Ogni circoscrizione elargisce una somma che va da 70 a 120 mila euro lordi per il compenso dei suoi amministratori che ricoprono le diverse cariche. Quanto si spende, quindi, per l’amministrazione capitolina? Nel 2013 per pagare sei mesi di compensi è stato speso 1.970.000 euro. Li avranno meritati tutti?