Rieti. Parte oggi la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta nel territorio dei comuni della Bassa sabina. Ad iniziare saranno Cantalupo e Tarano, mentre Poggio Mirteto chiuderà il cerchio download (1). Sarà una partenza scaglionata, ma entro il mese di giugno tutti i Comuni dell’Unione gestiranno la raccolta rifiuti con il nuovo sistema. La prossima settimana toccherà ai Comuni di Forano e Stimigliano, nella settimana che va dal 16 al 22 giugno sarà la volta di Montopoli e nella settimana dal 23 al 29 giugno attiverà il sistema Poggio Mirteto. Dopo gli incontri informativi e di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini delle realtà interessate e la distribuzione dei bidoncini nei quali verranno conferiti i rifiuti precedentemente separati, si parte adesso con la fase della raccolta vera e propria che avverrà porta a porta da parte degli operatori della ditta Gea srl di L’Aquila che ha vinto l’appalto del servizio. Obiettivo della raccolta differenziata nell’Unione è quello di portarla subito al massimo della percentuale possibile. Per coloro che non hanno ancora ritirato i bidoncini contenitori, c’è la possibilità di farlo presso la sede della società in località Capacqua a Poggio Mirteto Scalo. In attesa che tutti siano nelle condizioni di svolgere al meglio la separazione e di conferire i rifiuti in maniera corretta, chi è sprovvisto dei kit può conferire i rifiuti presso i cassonetti tradizionali che, anche se in maniera ridotta, resteranno ai loro posti. Questo per dare modo alla gente di abituarsi gradualmente al nuovo sistema. Poi, nel giro di qualche tempo i cassonetti verranno rimossi del tutto e la raccolta col sistema andrà a regime in maniera definitiva ovunque nei Comuni dell’Unione Bassa Sabina che ha un non trascurabile bacino di utenza formato da quasi 20 ila abitanti. La separazione dei rifiuti dovrà avvenire a livello domestico con l’organico, il secco e l’umido, il vetro, la plastica, la carta e l’alluminio. Una volta separati i rifiuti vengono depositati negli appositi bidoncini, i quali, a loro volta, vengono messi davanti la porta dell’abitazione in attesa dell’arrivo degli operatori che provvederanno allo svuotamento degli stessi. Da fare attenzione alle giornate perché, in base a un calendario che è stato distribuito alle famiglie all’atto del ritiro dei kit, ci saranno giorni dedicati al ritiro dei vari tipi di rifiuto.