Frosinone. Disagi per il maltempo in Ciociaria. Maltempo: neve e temperature in picchiata in CalabriaLe forti raffiche di vento hanno provocato il crollo di numerosi alberi in molte zone del frusinate. I vigili del fuoco del comando provinciale di Frosinone sono stati impegnati nella notte e questa mattina con molti interventi in quasi tutta la provincia, specie nell’area di Cassino. Non si segnalano incidenti, ma tutta la provincia è alle prese con un’ondata di maltempo che, dopo la neve di ieri sera, sta ora portando forti piogge e raffiche di vento. L’inverno, dunque, ingrana la quarta a causa di una vasta bassa pressione che terrà sotto scacco molte Nazioni d’Europa e anche l’Italia. Dopo la neve al Nord, maltempo al Centro Sud. Fino a lunedì sarà Il Centro Sud più penalizzato da piogge ed acquazzoni, specie sui versanti tirrenici. Soffieranno venti forti con mareggiate sui tratti esposti. Nevicate si avranno sull’appennino mediamente oltre 800-1300m, fino in collina sull’appennino centrale. Andrà migliorando il tempo al Nord dopo le nevicate di venerdì, salvo residui fenomeni. La seconda mandata di piogge è prevista tra martedì e giovedì. Ancora una volta saranno le regioni centro meridionali ad essere più coinvolte, solo marginalmente il Nord, dove potrebbe vedersi anche qualche nevicata a tatti in pianura. Le temperature subiranno un ulteriore calo. La situazione di maltempo non si risolverà nel breve. Questo perché la vasta ed energica bassa pressione sul Centro Europa sarà lenta a muoversi. Di conseguenza l’Italia si troverà nella zona di confine tra l’aria fredda polare e quella più mite mediterranea. Questa fase turbolenta e fredda ci accompagnerà per più di una settimana. Sarà dunque ribaltato il quadro da inverno sottotono che ha contrassegnato fino a questo momento l’inverno