Roma. Era salita su una gru alta 30 metri con l’intento di suicidarsi ma è stata salvata dall’intervento dei carabinieri che l’hanno convinta a scendere. L’episodio risale al pomeriggio di domenica scorsa quando una ragazza di 22 anni è salita sulla gru posizionata nel cantiere di via del Crocifisso, a due passi dal Vaticano. Ad avvisare i militari della vicimages (2)ina Stazione Carabinieri Roma San Pietro è stata un abitante della zona che aveva visto la giovane intenzionata a lanciarsi nel vuoto. Immediatamente sono intervenuti i carabinieri che non hanno esitato ad arrampicarsi sulla gru. I carabinieri, dopo una lunga trattativa l’hanno convinta a desistere. Nel frattempo, sul posto sono intervenute le altre pattuglie dei Carabinieri, l’ambulanza e i vigili del fuoco che hanno prontamente messo in sicurezza la donna che è stata poi trasportata in ospedale per le cure del caso. Il tentativo di compiere l’insano gesto sarebbe da ricondurre ad una delusione sentimentale.