Roma. Si è conclusa con il suo fermo la giornata di follia di un giovane bosniaco di 26 anni, che prima ha rapinato la madre e poi una prostituta. Gli agenti del commissariato esposizione di Roma hanno avuto Roma: commissione, Tevere sia non solo pulito ma vissutole prime notizie dell’accaduto il 31 maggio scorso, quando si è presentata nei loro uffici la madre di O.D., denunciando di essere stata da lui rapinata. Il giovane dopo averla minacciata con una bottiglia rotta, si era impossessato di 500 euro, frutto dell’attività di elemosina che la donna espleta durante la giornata.