Roma. Cartoni, imballaggi, vecchi macchinari e pneumatici. C’è di tutto intorno ai cassonetti e nei parcheggi di via Idrovore alla Magliana. La strada attraversa una zona industriale ricca di fornitori e di piccole e medie aziende. Nonostante i servizi messi a disposizione dalla società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti in città le attività preferiscono buttare i grandi cartoni nei bidoni della spazzatura invadendo addirittura parte della carreggiata. E così la zona industriale si costella giorno dopo giorno di piccole discariche che vengono ripulite di tanto in tanto dagli addetti. Negli ultimi giorni la situazione dei rifiuti a Roma è peggiorata. In gran parte della città i cassonetti sono strapieni di immondizia. Il problema si è aggravato con l’arrivo delle temperature alte che hanno contribuito ad aumentare il cattivo odore e la presenza di insetti. «A causa della temporanea chiusura per manutenzione straordinaria di una linea dell’impianto di termovalorizzazione di Colleferro, il servizio di raccolta dei rifiuti sul territorio comunale ha subito dei rallentamenti. L’intervento di manutenzione, infatti, limita fortemente la capacità di conferimento del cdr (combustibile da rifiuti) prodotto negli impianti romani di trattamento meccanico biologico, provocando un allungamento dei tempi di giacenza dei rifiuti indifferenziati all’interno delle strutture e un rallentamento nei processi di valorizzazione e smaltimento. Poiché gli interventi di manutenzione al termovalorizzatore di Colleferro si protrarranno ancora per alcuni giorni, Ama si scusa per i disagi e assicura che è già impegnata per recuperare i giri di raccolta saltati in alcuni quartieri e per far tornare la situazione alla normalità il prima possibile. L’azienda invita infine i cittadini a non abbandonare i rifiuti accanto ai cassonetti, nel caso questi siano già pieni». 

IMG-20140515-WA006-150x112