Roma. E’ giallo a Roma dove tra le sterpaglie bruciate è stato rinvenuto il corpo carbonizzato di un uomo. Forse l’uomo stava incendiando le sterpaglie, ma per cause ancora da accertare, è morto carbonizzato. Sarebbe questa l’ipotesi investigativa dopo il ritrovamento di un cadavere a Fosso San Giuliano. La vittima è il proprietario del terreno, un campo in via Lecce dei Marsi. Secondo i primi acambulanza-e-vigili-del-fuoco-certamenti effettuati dalla polizia, pare che l’uomo stesse dando fuoco ad alcune sterpaglie, ma la situazione gli sarebbe sfuggita di mano e nel tentativo di spegnere l’incendio sarebbe stato avvolto dalle fiamme. Gli investigatori, comunque, stanno compiendo altri accertamenti per stabilire l’esatta dinamica, senza precludere alcuna ipotesi. A trovare il cadavere sono stati i vigili del fuoco chiamati da alcuni residenti che avevano segnalato l’incendio. Ma una volta arrivati con l’autopompa, i vigili del fuoco hanno scoperto il cadavere parzialmente carbonizzato dell’uomo.