Frosinone. Nel corso della seduta di venerdì sera, l’amministrazione Ottaviani ha approvato la perimetrazione delle aree per il progetto di riqualificazione della zona Scalo. L’intervento urbanistico coinvolgerà le aree comprese tra piazzale Kambo, la stazione ferroviaria e l’area Eni, ex Iacorossi, con l’individuazione di una superficie di circa 10 mila metri quadrati, dove sorgerà una piazza sul modello rinascimentale, unitamente a circa 5 mila metri quadrati di portici commerciali ad un solo piano. Gli interventi,  in assenza di finanziamento pubblico, saranno portati avanti dai privati nel regime di concessione di lavori pubblici,  con la possibilità per i proponenti di gestire le opere per un periodo compreso tra i venti ed i trent’anni. “Con la delibera approvata in Consiglio comunale – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – parte la complessa macchina amministrativa che si pone come obiettivo primario quello della realizzacomune_frosinone_7zione di una piazza attesa dal primo dopoguerra nella zona dello Scalo. L’operazione è stata resa possibile grazie al tavolo tecnico istituito con le Ferrovie dello Stato e con l’Eni, ma soprattutto grazie all’acquisizione delle aree demaniali della stazione Cotral da parte del Comune di Frosinone. La delocalizzazione del trasporto extraurbano da piazzale Kambo, che avverrà entro la prossima estate, costituirà il cesello di una grande proposta di riqualificazione ambientale ed urbanistica”.