Roma. Si sono contese le case abusiva con un duello tra famiglie. I carabinieri del nucleo radiomobile di Roma hanno arrestato sette persone, 5 cittadini romeni e 2 di Roma, di età compresa tra i 20 e i 48 anni, tra cui due donne di origini romene di 23 e 48 anni, con l’accusa di rissa. L’episodio, riferiscono i carabinieri, risale alla scorsa notte quando i 7, che si conoscevano tra loro perché abitanti tutti a via Giorgio Morandi, nel quartiere Tor Sapienza, si sono dati appuntamento davanti alle loro abitazioni per affrontarsi. rissaIl nodo da sciogliere era, secondo la versione dei protagonisti della rissa, chi dovesse occupare abusivamente degli stabili in disuso, in passato adibiti a negozi. Secondo un’altra versione il movente sarebbe stato passionale e lite sarebbe scaturita per la 23enne ex fidanzata di uno dei romani.
La lite da verbale è sfociata subito in una violenta rissa. I carabinieri sono intervenuti dopo una chiamata giunta al 112 da parte di un passante. Ad avere la peggio sono stati due cittadini romeni che, medicati al il Policlinico Casilino, hanno avuto 30 giorni di prognosi per le varie ferite provocate al volto con calci e pugni. I due romani, invece se la sono cavata con 2 e 15 giorni di prognosi. Tutti gli arrestati sono stati accompagnati in caserma, in attesa del rito direttissimo.