Roma. Il cda dell’Ama ha deciso il licenziamento dei 41 dipendenti, tutti amministrativi, assunti secondo il tribunale con le scorciatoie illegali delle raccomandazioni durante AMAParentopoli in epoca Alemanno. Ma la novità è che il totale dei dipendenti licenziati potrebbe essere più alto e arrivare a quota 64 perché sono a rischio anche 23 autisti. In parallelo c’è il percorso in consiglio comunale della delibera sull’affidamento di servizio di raccolta dei rifiuti per altri 15 anni.