Roma. Balli, massaggi, sessioni di yoga e frullati, si è svegliata così, ieri mattina, la capitale in occasione del suo primo Morning Gloryville. Una specie di sano rave mattutino per cominciare la giornata che, nato a Londra, ha già conquistato 17 città. Dalle 06:30 alle 10:30 tutti in strada all’Angelo Mai in Viale delle Terme di Caracalla. “Morning Gloryville è un moFirst-ever Gay Pride march held in Cyprusvimento che vuole sfidare le convenzioni mattutine” si legge sul sito dell’evento “Non esiste un modo migliore di iniziare la giornata che con un ballo che scuota l’anima, del ritmo sensuale, tanto amore, un abbraccio”. “Ballare non è solo un esercizio fisico” continua il comunicato “ma una meditazione, una celebrazione che gli esseri umani praticano da migliaia di anni. La danza libera e risveglia il corpo, la mente e la creatività”. “Ci diamo la carica prima di affrontare una giornata di lavoro”, dice una ragazza mentre sorseggia una centrifuga kiwi e zenzero: “Mi va benissimo che non ci sia né droga né alcool”. Di fianco al dance floor, il bar con prodotti bio e lo spazio massaggi. “Mentre la città dorme, noi stimoliamo le endorfine con la danza, in modo che andiamo a lavorare più sereni”, spiega un massaggiatore. Sulla pista, in mezzo a balli sfrenati e lezioni di yoga, anche i bambini che danzano insieme alle mamme e ai papà. “Stiamo qui fino alle otto, poi la piccola deve andare all’asilo e noi in ufficio”, dice una coppia. Federica Di Marzio