Roma. Allarme violenza a Roma, dove nelle ultime settimane si è registrata una serie di omicidi e aggressioni. A Sacrofano, alle porte della Capitale, una giovane di 22 anni è in gravissime condizioni dopo essere stata ferita alla testa, marcoledi sera , con un colpo di fucile. Il compagno è stato arrestato con l’acc2135503-foceneusa di tentato omicidio. Sempre nella serata di mercoledì un 40enne è stato ucciso con nove coltellate in un appartamento al Trullo. Mentre un uomo di 80 anni è stato trovato morto nella sua abitazione di campagna a Gallicano nel Lazio. L’ipotesi più accreditata è quella dell’omicidio.

23 NOVEMBRE – Due giovani di 21 e 22 anni vengono accoltellati nel corso di una lite fuori da una discoteca di via De Amicis. I due raccontano di essere stati feriti da due persone dopo una discussione per futili motivi. Il ventunenne ha riportato ferite da taglio al volto mentre il ventiduenne, ferito al fianco, ha subito l’asportazione della milza.

22 NOVEMBRE. – ‎Un uomo viene ferito a colpi di pistola alle gambe mentre si trova nella sua auto in via dell’Archeologia, a Tor Bella Monaca. Lo stesso giorno i carabinieri della stazione di Frascati riescono a identificare un giovane, autore di almeno quattro episodi di aggressione con le modalità del knockout-game. Si tratta di episodi che si sono verificati tra settembre e novembre a Frascati. Vittime alcuni ragazzi minorenni del posto.

19 NOVEMBRE – Tre banditi a volto coperto e armati di pistola fanno irruzione in una sala bingo di via della Serenissima e si fanno consegnare i soldi. Poi durante la fuga uno dei rapinatori spara a un buttafuori, un russo di 49 anni, ferendolo a una gamba. Lo stesso giorno un uomo di 54 anni viene picchiato e rapinato in via delle Palme, nel quartiere di Centocelle. Al 54enne, che è stato colpito con un pugno, è stato portato via il portafogli. L’uomo aveva appena prelevato al bancomat.

17 NOVEMBRE – In aperta campagna a Cervara di Roma, in una discarica abusiva, viene ritrovato il corpo di un uomo ucciso con un colpo di arma da fuoco alla nuca. Lo stesso giorno, dopo una lite in un bar di via Drapia, un 19enne, originario dell’ex Jugoslavia, viene preso di peso da tre albanesi, che lo lanciano in mezzo alla strada. Proprio in quel momento stava arrivando un’auto che lo travolge. Il giovane sbatte la testa contro il paraurti della vettura. La lite sarebbe scoppiata per futili motivi.

15 NOVEMBRE – Un uomo, insoddisfatto del lavoro che un idraulico aveva eseguito in casa sua, gli spara alle gambe. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Frascati.

14 NOVEMBRE – Un uomo di 49 anni, italiano, viene ferito a colpi di pistola alle gambe all’interno di un bar in via Achille Vertunni. I carabinieri escludono che il ferimento sia maturato nell’ambito di un tentativo di rapina.

13 NOVEMBRE – Un uomo di 45 anni e il figlio di 16 anni vengono feriti in via dell’Archeologia a Tor Bella Monaca. Il padre è ferito con un colpo di pistola alla gamba mentre il figlio è colpito alla testa con il calcio della pistola. Sembra che l’aggressione sia maturata nell’ambito di un’occupazione abusiva.

3 NOVEMBRE – Un romeno di 28 anni viene ferito con una coltellata al gluteo da alcuni connazionali in via di Cervara. Il 28enne sale a bordo di un autobus per sfuggire all’aggressione.

31 OTTOBRE – Un tassista viene ferito alla coscia e alla regione toracico-addominale con un coltello. L’aggressore è stato rintracciato e denunciato per tentato omicidio alcuni giorni dopo.

30 OTTOBRE – Uno chef viene accoltellato nei locali di Eataly da un altro dipendente. L’aggressore, un 25enne afghano, è stato fermato dalla polizia. L’aggressione è avvenuta al culmine di una lite. L’afghano, dopo aver afferrato un coltello da cucina, ha colpito il cuoco, un italiano, a un braccio. Anche un addetto alla sicurezza del locale, intervenuto per fermare l’aggresore, è stato ferito, più lievemente, a un braccio.

29 OTTOBRE – Un ragazzo spagnolo di 18 anni viene fermato dalla Squadra Mobile di Roma con l’accusa di tentato omicidio per aver causato lesioni gravissime a un neonato di quattro mesi, figlio della propria compagna, una 22enne colombiana.