Roma.  “E’ stata ritrovata una sola pistola e a quanto ci risulta è l’unica arma con cui sono stati esplosi i colpi. Tutto è contenuto nell’informativa che abbiamo reso alla Procura”. Lo ha detto il questore di Roma Massimo Maria Mazza in merito alla vicenda del ferimento di tre tifosi del Napoli sabato scorso prima della finale di Coppa Italia, nei pressi dello Stadio Olimpico di Roma. Scientifica accertamenti RomaPer gli inquirenti l’unico indagato per tentato omicidio per aver sparato nei pressi dello Stadio Olimpico, ferendo il tifoso del Napoli Ciro Esposito, resta Daniele De Santis, detto “Gastone”.  De Santis, è stato a lungo un riferimento per la tifoseria giallorossa, da cui è conosciuto con il soprannome di “Gastone”. Le foto sul suo profilo Facebook, il cui nickname è accompagnato dalla dicitura “Boia chi molla”, mostrano la militanza nell’estrema destra di De Santis, ritratto in quello che lui stesso definisce il “bunker”.