Roma.Scritte antisemite comparse in zona Colosseo, tutte a firma Militia, movimento di estrema destra, che oltraggiano la memoria del rabbino Elio Toaff. “In alcuni casi quello a cui bisogna ricorrere é la psichiatria, perché ci troviamo di fronte a dei malati di mente che credo non vadano considerati e ai quali non va data alcuna dignità di commento politico, tanto infami e stupide sono queste scritte”. Così, a margine di una iniziativa a Roma, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in merito alle scritte anPiazza Sempione - scritta Olocausto Menzognatisemite apparse oggi a Roma. “Sono degli sciacalli senza futuro che non rappresentano niente nella nostra società e che cercano di speculare su personalità importanti, come quella del rabbino Toaff che ha fatto il partigiano, é una figura intellettuale grandissima, di dialogo, anche in situazioni estreme come quella del conflitto israelo-palestinese. Quindi veramente l’unica parola che li può rappresentare é sciacalli”. Così il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, a margine di una iniziativa a Roma, ha commentato le scritte antisemite apparse stamattina. Smeriglio ieri mattina, in rappresentanza della Regione Lazio, aveva reso omaggio al feretro di Elio Toaff al Tempio Maggiore di Roma. “Scritte vergognose e vigliacche. Ho chiesto che fossero subito rimosse e ora sono scomparse dai muri della città. Chi oggi insulta e irride la memoria di Elio Toaff è lontano dai sentimenti della città. La Capitale gli ha reso omaggio per il suo coraggio, per la sua capacità di costruire dialogo interreligioso, di rafforzare il senso civico di Roma”. Lo dichiara il sindaco di Roma Ignazio Marino.