Fondi. Maxi sequestro di rifiuti speciali da parte delle Fiamme Gialle del comando provinciale di Latina. I finanzieri, durante operazioni di controllo hanno individuato una discarica “abusiva” di rifiuti collocata sul ciglio di una strada interpoderale in prossimità dell’incrocio tra via Capocroce e via Maginotti a Fondi, a ridosso di un canale di raccolta e distribuzione delle acque irrigue dell’agro comunale, sul quale erano depositati, tra rifiuti indistinti, 10 voluminosi involucri di colore bianco in poliestere. I contenitori dai simboli e dalle avvertenze di allerta e pericolo che rip_Sequestrata-discarica-abusiva-con-lastre-di-eternit-a-Montebello-Jonicoortavano all’esterno hanno immediatamente consentito di capire che si trattava di involucri per lo smaltimento di rifiuti speciali.
All’interno di questi sacchi si nascondevano infatti lastre di “eternit”, intere e frantumate, per una quantità totale calcolata approssimativamente in 5 tonnellate. Sono immediatamente partite le indagini per risalire ai responsabili del deposito abusivo e dell’inquinamento causato anche alle falde acquifere. L’intera area e, in particolare, i sacchi di eternit sono stati sequestrati. Le indagini da parte della Finanza eseguite unitamente alla procura della Repubblica di Latina, hanno permesso di individuare il responsabile dell’abbandono dei rifiuti. Si tratta di G.A., deferito all’a.g. Di Latina per violazione dell’artt. 192, 255 e 256 d. Lgs. 152/06.