Roma. Una trentina di Rom, che vivevano all’interno di una quindicina di accampamenti abusivi, tra capanne, tende e rifugi di fortuna, in via Val d’Ala a Roma, sono stati sgomberati nell’ambito di un’operazione condotta dalla sezione Pics della polizia di Roma Capitale. Hanno partecipato anche gli agenti del III gruppo, i servizi operativi sociali e l’Ama Grandi Bonifiche. Le persone che sono state sgomberate, tra cui anche donne e bambini, hanno rifiutato l’assistenza e hanno lasciato il cam20110406_campo_nomadi_papiriapo. Bonificata anche una discarica che era stata creata a ridosso dei rifugi. Per portare via tutti i rifiuti, dagli ingombranti all’umido fino alla plastica, che spesso veniva bruciata per ricavare rame, ci sono voluti cinque autocarri. L’operazione di sgombero è stata condotta anche con la supervisione delle Ferrovie dello Stato visto che gli accampamenti abusivi si trovavano a ridosso della linea ferroviaria. I cittadini della zona si erano più volte lamentati per gli incendi notturni. Lo sgombero di oggi si inquadra nella più ampia operazione di riqualificazione del parco delle Valli, iniziata il 24 giugno scorso, per restituire quello spazio ai cittadini.