Aprilia. Oltre sette quintali di rame, del valore complessivo di 14 mila euro, sono stati rinvenuti all’interno di insediamenti abusivi occupati da persone dell’Est Europa. La maxi operazione per contrastare i furti di rame, un reato che spesso causa disagi alle aziende private del territorio e interruzione dei pubblici servizi, è stata disposta dalla squadra anticrimine del commissariato di Polizia di Genzano. Gli agenti hanno fatto irruzione all’interno dei fabbricati dislocati sul territorio apriliano, dimora di un grupolizia-generica_0ppo di stranieri e posto sotto sequestro sette quintali di rame di fattura pregiata e altri utensili industriali ritenuti provento di un furto consumato ai danni delle aziende locali. Per cinque rumeni,  N.I. di anni trenta, pregiudicato, R.V. di anni ventinove, pregiudicato, R.G. di anni ventotto, pregiudicato, C.A. di anni venti e S.A. di anni ventiquattro, tutti domiciliati nella zona di Aprilia, è scattata la denuncia.