Roma. Svolta per l’omicidio del benzinaio tavolto ed ucciso da un pirata della strada. Si è costituito nella caserma dei carabinieri di Treviso, città in cui risulta residente, L. C., di 17 anni. arresto_carabinieriPoco dopo essere stato arrestato, il giovane, che avrebbe anche un precedente per guida senza patente, è stato affidato alla custodia della famiglia a Treviso. Il pirata è un rom sinti di etnia slava. Era alla guida di una Honda Jazz nera, intestata a un probabile prestanome, ovvero a una società campana risultata in possesso di ben cinquecento veicoli. Il passaggio di proprietà da una signora di Colonna era stato registrato appena mercoledì.  Alcuni testimoni hanno aiutato i vigili urbani dello Spe e del VI Gruppo “Torri” a identificare il tipo di auto, un’utilitaria scura. E fondamentale è stata la testimonianza di un carrozziere. L’auto è stata rinvenuta non distante, in via Olivarella.