Viterbo. “La Sat si prenda in carico la sistemazione della provinciale Valle del Mignone”. L’appello arriva dall’assessore ai Lavori pubblici e Viabilità della Provincia di Viterbo, Giuseppe Talucci Peruzzi. La società che sta costruendo il nuovo tratto autostradale ha provveduto alla realizzazione della viabilità secondaria che, nella zona di Tarquinia, prevede la realizzazione di svincoli e il rifacimento della provinciale Litoranea. Ma non è compresa un’altra importante arteria, la Valle del Mignone: “Quella che adesso è una strada poco frequentata – piega l’assessore Talucci Peruzzi – con la nascita dell’autostrada tirrenica che prevede un pedaggio, diventerà una arteria ad alta frequentazione.  Ciò creerà grossi problemi ai residenti che avranno due opzioni: o pagare il pedaggio, stradaoppure percorrere una strada che al momento è in condizioni disastrate”. “Per questo serve un intervento consistente su tutti i quattro chilometri della Valle del Mignone – ha proseguito l’assessore – che, mi piacer sottolinearlo, diventerà fondamentale per la viabilità locale solo a seguito della trasformazione dell’Aurelia in autostrada. Noi non siamo assolutamente contro la realizzazione della nuova opera, ma si devono mettere in condizione i cittadini di avere meno disservizi possibili. Quindi chiediamo a gran voce che la Società autostrada tirrenica si prenda carico di sistemare questi 4 km di strada per permettere ai residenti di poter usufruire di una viabilità regolare e dignitosa”, Altrimenti ci sarebbe l’opzione dell’esenzione al pagamento del pedaggio: “Questa è una’altra proposta che lanciamo a Sat – ha chiuso Talucci Perucci – ci sono infatti altre zone in Italia dove, non potendo usufruire di complanari, i residenti della provincia sono stati beneficiati di una esenzione. Ciò potrebbe essere fatto anche qui”.