Lariano. Due uomini sono rimasti sepolti nel terreno mentre stavano eseguendo dei lavori di scavo per allacciarsi alla conduttura fognaria. Si tratta del proprietario di un terreno di Lariano (Roma) e di un soccorritore. Quando uno dei due è sceso a qualche metro di profondità è stato improvvisamente sommerso da una frana e coperto interamente dalla terra. Le urla di aiuto dell’operaio, che stava guidando l’escavatore, hanno richiamato l’attenzione di alcuni vicini e familiari dell’uomo. Uno di questi è sceso per cercare di liberarlo dalla terra vigili-del-fuocoper farlo respirare, ma altra terra è franata, e anche lui è finito sommerso. Solo l’intervento dei vigili del fuoco di Velletri, con mezzi e strumenti speciali, ha potuto liberare i due uomini. Uno era stato ricoperto totalmente di terra, l’altro fino al petto. Sul posto per le indagini sono arrivati i carabinieri della locale stazione e gli ispettori del dipartimento prevenzione della Asl Rm H, che hanno posto sotto sequestro l’area e svolto tutti i rilievi tecnici. I due uomini, una volta liberati dai pompieri, sono stati trasportati in ospedale in codice rosso. Il più grave (il proprietario dell’appezzamento di terra) in elisoccorso al policlinico di Tor Vergata, l’altro presso l’ospedale di Velletri. Hanno riportato gravi lesioni polmonari, traumi in varie parti del corpo e segni di soffocamento.