Roma.  Mentre sono alla ricerca dei tombaroli, gli agenti trovano una piantagione di marijuana. I carabinieri del Nucleo Elicotteri, del Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare, con a bordo i carabinieri del Reparto Operativo del Comando Tutela Patrimonio Culturale, con la collaborazione dei militari della Stazione Roma La Storta hanno sequestrato una piantagione di circa 80 rigogliose piante di marijuana, dell’altezza media di 2 metri circa, pronte per essere raccolte. Giovedì mattina i militari, nel corscanapa 2o di uno dei periodici sorvoli, che vengono effettuati nelle aree di interesse archeologico, alla ricerca di nuovi scavi illegali da parte dei cosiddetti tombaroli, in questo caso nell’area del parco di Veio, hanno invece notato la rigogliosa piantagione di droga. Così nell’effettuare un sorvolo a bassa quota hanno avuto la certezza che si trattasse proprio di una coltivazione illegale di marijuana. Le piante, situate in un’area impervia del parco e difficile da raggiungere, sono state distrutte sul posto su indicazioni dell’autorità giudiziaria.