Vetralla. “Un rito lungo cinque secoli che rappresenta un autentico legame tra uomo e natura”. Il presidente della Provincia, Marcello Meroi ha partecipato nella mattinata di giovedì 8 maggio allo Sposalizio dell’albero, la tradizionale manifestazione di sposalizio tra una secolare quercia e un maestoso cerro, sottoscrivendo come testimone, insieme a molte altre autorità e alcuni cittadini, l’atto di ricognizione e di possesso che la popolazione vetralla sposalizio alberovetrallese ha su Sant’Angelo e sul bosco di Monte Fogliano. “Una cerimonia veramente suggestiva – ha affermato Meroi – che ogni hanno si ripete valorizzando una tradizione molto sentita da tutta la cittadinanza vetrallese. E’ un vero e proprio atto di fedeltà che la città di Vetralla fa a questo bello, quanto importante patrimonio naturale. Un legame che vuole sottolineare l’importanza della cura e l’attenzione che l’uomo deve assolutamente avere nell’atto di conservazione naturale, e che la comunità vetrallese ogni anno conferma di possedere”.