Roma. E’ piuttosto sconvolgente apprendere che le biglietterie della metropolitana romana siano in qualche modo gestite e controllate da bande di rom, che, sostituendosi agli addetti di Atac e con la scusa metro bdi dare informazioni, chiedono il pizzo ai turisti che vogliono comprare i ticket dalle biglietterie automatiche. Accade tutti i giorni, le biglietterie sono prese d’assalto dalle improvvisate guide turistiche che danno informazioni in inglese, aiutano a inserire i soldi nelle macchinette ed in cambio pretendono denaro. Un euro per ogni prestazione. Una situazione inaccettabile ed un pessimo biglietto da visita per la città eterna e chi vi arriverà in vista del prossimo Giubileo. C’è da capire come il neo assessore ai Trasporti Stefano Esposito vorrà affrontare questa vera e propria emergenza.