500-375-gallery-1-carabinieri-appartamenti-affollatiRoma. Vivevano in 18 in un appartamento a Trastevere, che gli era stato subaffittato da un loro connazionale, un bengalese che è stato denunciato dalla polizia per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Nell’ambito di un’operazione contro l’abusivismo commerciale e il contrasto della microcriminalità, è scattato un blitz degli agenti della Questura nell’appartamento, situato in via Goffredo Mameli. A dare il via all’accertamento sono stati gli agenti della sezione a cavallo,in collaborazione con gli agenti del commissariato di zona. Nei giorni scorsi infatti, a seguito di alcune segnalazione fatte dai cittadini ai cavalieri durante i servizi di pattugliamento delle aree a loro assegnate, sono venuti a conoscenza del fatto che in un appartamento di via Mameli, in un unico locale, vivevano numerosi cittadini stranieri. Ritenute attendibili la segnalazioni, i poliziotti hanno fatto scattare il piano. Una volta entrati nell’abitazione hanno identificato 18 persone, tutte di nazionalità bengalese.