downloadRoma. Ama è intervenuta con una task force formata da 50 operatori e 30 mezzi tra cui spazzatrici, mezzi a vasca e compattatori, appena il deflusso dei partecipanti lo ha permesso, per rimuovere i rifiuti accumulati nel corso del concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo. Gli sforzi si sono concentrati inizialmente nelle vie limitrofe all’area del concerto tanto che, già alle ore 3 della notte di ieri, è stata possibile la loro riapertura al traffico veicolare. A seguire, 20 operatori con il supporto di 10 mezzi a vasca hanno avviato la prima fase delle operazioni di pulizia nell’area interna del Circo Massimo. Alle ore 13 di ieri si è conclusa la prima fase di pulizia, come era previsto, a causa della presenza dei Tir e del personale addetto allo smontaggio del palco, che hanno impedito, per questioni di sicurezza, l’avvicinamento degli operatori. L’intervento è ripreso nelle primissime ore della giornata di oggi con l’impiego di 20 operatori e 10 mezzi. Ama prevede che la pulizia dell’intera area sarà ultimata entro la serata, stimando in circa 40 tonnellate i rifiuti complessivamente rimossi, principalmente bottigliette di plastica e cartacce.