Rieti. Tanta la paura nella sede reatina della cooperativa Pegaso che gestisce i rapporti con i rifugiati extracomunitari. Un giovane, originario del Mali, ha aggredito verbalmente una delle addette che terrorizzata ha chiamato la polizia. Napoli/ Napoli, 4 colpi di pistola alla schiena: 20enne ucciso in centroAlla vista dei poliziotti il giovane malese, invece di calmarsi si scagliato contro gli agenti minacciando uno di loro. Ne è seguita una colluttazione e gli agenti solo dopo qualche minuto sono riusciti ad immobilizzarlo e ad ammanettarlo. Nel violento corpo a corpo ad avere la peggio è stato uno dei poliziotti che è stato costretto alle cure dei sanitari del pronto soccorso per una ferita riportata. Ne avrà per dieci giorni. Secondo quanto ricostruito in base alla testimonianza dei presenti, il giovane si sarebbe recato nella sede della cooperativa Pegaso pretendendo dei soldi. Gli altri rifugiati in quel momento presenti e gli addetti della cooperativa hanno cercato di calmarlo ma invano. Da qui la richiesta di intervento della polizia. Il giovane, come detto originario del Mali, è stato arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e rinchiuso nella casa circondariale di Rieti.