Roma. Ha individuato la sua vittima in una signora appena salita a bordo della sua auto parcheggiata in via Duilio Cambellotti, nella zona di Torre Angela. Avvicinandola, mentre stava pimages (1)er avviare l’autovettura, le ha bussato al finestrino e, mostrandole una siringa sporca di sangue le ha intimato di aprire lo sportello. Sorpresa ed impaurita, la vittima ha acconsentito alla richiesta.
A questo punto la malvivente ha colpito al volto la donna cercando di portarle via la borsa posizionata sul sedile; le urla della vittima hanno attirato però l’attenzione di una pattuglia della Polizia. Gli agenti del Reparto Volanti – nel consueto servizio di controllo del territorio – erano in transito in una via limitrofa, quando, udendo le grida di aiuto di una donna sono accorsi sul posto.
Alla loro vista con una mossa repentina la tossico-dipendente ha nascosto la siringa dentro la sua borsetta cercando di allontanarsi; raggiunta a piedi dai poliziotti, dopo pochi metri è stata bloccata. Identificata per P.S., romana di 39 anni già nota alle Forze di Polizia, la donna è stata accompagnata negli uffici di Polizia e arrestata per il reato di tentata rapina.