Roma. Ha tentato per due volte di lanciarsi nel vuoto dalla terrazza dl Pincio ed è stata salvata in extremis dagli agenti di polizia. Avevano appena iniziato il turno di servizio q1475957_693977657376924_7248116806598276387_nuando la Sala Operativa della Questura li ha inviati sulla terrazza del Pincio, dove era stata segnalata una ragazza in procinto di gettarsi nel vuoto. Pochi minuti dopo le 7 del mattino di ieri, gli agenti del Commissariato Trastevere si sono trovati a fronteggiare una situazione estremamente delicata. I poliziotti, arrivati sul luogo della segnalazione, hanno infatti trovato una giovane donna in piedi sulla balaustra della terrazza del Pincio con lo sguardo perso nel vuoto. I due agenti – Assistente Capo Fabrizio Facciaroni e Agente Giuseppe Agosta – hanno così deciso di fermarsi a debita distanza e di procedere con estrema cautela, per evitare che la ragazza, accorgendosi della loro presenza, potesse portare a compimento l’insano gesto; avvicinandosi avevano infatti notato che la donna aveva le punte dei piedi già fuori dal cornicione, pronta a tuffarsi su piazza del Popolo. Con decisione e prudenza allo stesso tempo, gli uomini in divisa hanno afferrato la ragazza alle gambe e al busto, proprio mentre si stava lasciando andare rischiando di trascinare con sé anche i suoi soccorritori, saliti a loro volta sulla balaustra della terrazza. Una volta portata in salvo e fatta accomodare nell’auto di servizio, la donna ha tentato di sfuggire ai poliziotti per portare a termine i suoi intenti suicidi, la giovane è stata di nuovo bloccata ed è stato richiesto l’intervento di personale femminile del commissariato Trevi per tentare di stabilire un contatto con lei, che si rifiutava in ogni modo di interagire. Alla fine la giovane donna è stata accompagnata in ospedale. Qui gli agenti hanno scoperto che la stessa era già stata soccorsa da un’ambulanza solo due ore prima del loro intervento; poco dopo, eludendo i controlli dei sanitari, si era nuovamente allontanata dall’ospedale per raggiungere il luogo dove gli agenti l’hanno trovata.