Rieti. Tentano di rapinare una banca di Penna in Teverina ma vengono bloccati a poche centinaia di metri dall’edificio. Si tratta di tre uomini originari di San Cesareo (Roma) arrestati dai carabinieri del nucleo investigativo di Terni e della compagnia di Amelia. Di 58, 56 e 54 anni, tutti risultati già inquisiti in passato, sono stati fermati grazie a un dispositivo di sicurezza che ha coinvolto nove auto dell’Arma. L’operazione è scattata al termine di una settimana di indagini avviate dopo la segnalazione della loro presenza nel ternano-amerino arrivata dal comando di Rieti, dove avrebbero precedentemente compiuto un altrocarabinieri gazzella 2 colpo. I malviventi, che nei due giorni precedenti alla tentata rapina alla Cassa di risparmio di Orvieto nel centro di Penna, avrebbero svolto alcuni sopralluoghi nella zona, in base ai pedinamenti dei militari, per metterla a segno – secondo quanto riferito in una conferenza stampa dai comandanti del nucleo investigativo Pietro Petronio e da quello della compagnia di Amelia Michele Basilio – hanno utilizzato due auto rubate, entrambe Fiat Uno, e una «pulita», una Punto Van, tutte sequestrate. Recuperati anche berretti, sciarpe, guanti e un finto dito in silicone, oltre a un taglierino. Oltre alla tentata rapina in concorso, ai tre viene contestato anche il furto delle due auto.