Viterbo. Se pur in ritardo, riprendono le terapie termali alle Terme dei papi. Dopo mesi di polemiche alla fine le terapie termali nello stabilimento di strada Bagni sono termeriprese lunedì mattina anche se il danno, a livello economico ed occupazionale, è stato ormai fatto. “Siamo ripartiti” confida il patron Fausto Sensi “ovviamente in misura ridottissima e graduale, ma l’importante era avviare la stagione. Il Comune ci ha assicurato che entro questa settimana i lavori di ripristino del livello della callara saranno completati. Ci siamo fidati e ora siamo in attesa”. Sottinteso, speriamo di non dovercene pentire. I lavori alla callara, ricordiamo, sono quelli necessari per aumentare la portata d’acqua che alimenta le Terme dei Papi. La riduzione del flusso, seguita ai lavori del 25 novembre scorso al pozzo San Valentino, ha infatti impedito alla famiglia Sensi di avviare i fanghi il 16 marzo, come da programma. Le conseguenze sono note: pioggia di disdette e 12 lavoratori stagionali a rischio.