Roma. Attimi di terrore per una rapina in villa alla periferia di Roma. Nella notte tra domenica e lunedì, intorno alle 2.30, cinque stranieri armati di pistola e coltelli e con il volto coperto da passamontagna, hanno preso d’assalto un villino situato nel quartiere romano di Ottavia, in via Esperia Sperani. A Finire nel mirino dei banditi è Fabrizio Fiaoni, 49 anni, ristoratore molto conosciuto in zona, che da anni gestisce con successo il ristorante ”La locanda del Gatto Nero” in via Palmarola, frequentato da attori e ”vip”. I malviventi hanno atteso che l’uomo tornasse in casa con l’incasso del locale ed uscisse con il cane per entrare in azione. polizia-notte_poliziotti (2)-2Il ristoratore è stato preso in ostaggio e obbligato a tornare in casa dove è stato picchiato a sangue e ferito alla testa con il calcio della pistola davanti agli occhi della moglie e della figlia 18enne. Un incubo durato circa un’ora durante il quale non è stato risparmiato neanche il cagnolino della famiglia, preso a calci dai ladri perchè abbaiava. Secondo quanto si è appreso, i malviventi per terrorizzare ancora di più le vittime avrebbero esploso anche dei colpi di arma da fuoco in aria, per poi fuggire con l’incasso di tre giorni del ristorante di cui l’uomo è titolare e diversi gioielli. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato Primavalle. La polizia ha trovato un proiettile in una poltrona dell’abitazione che i malviventi hanno sparato a scopo intimidatorio. Al momento si parla di un bottino stimato intorno ai 40 mila euro. Sul posto è giunta anche una volante della scientifica per per risalire alla banda composta probabilmente da stranieri. L’uomo, ferito dai ladri, è stato portato per accertamenti al San Filippo Neri: è in osservazione ma non corre pericolo di vita.