Roma. Importante e intenso è stato il confronto di1495986-topi opinioni, tenutosi negli ultimi giorni, fra il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e i sindaco di Roma, Ignazio Marino, sul tema della scuola e degli ospedali romani. Lorenzin infatti ha annunciato che invierà i carabinieri del Nas e gli ispettori del ministero nelle scuole romane per verificarne le condizioni di igiene e sicurezza. Ha poi chiesto inoltre al sindaco Marino e alle Asl locali un piano di prevenzione per possibili rischi epidemiologici dovuti all’imponente presenza nella Capitale di topi e gabbiani, reputati potenziali portatori di malattie trasmissibili anche all’uomo. Il ministro ha annunciato quindi che chiederà presto un report al Comune di Roma e che intanto manderà i carabinieri del Nas nelle scuole in cui sono stati segnalati e riscontrati i problemi più gravi. Lorenzin ha aggiunto poi che la metà delle segnalazioni a Roma riguardano l’igiene e le caratteristiche strutturali degli edifici scolastici, mentre il restante 50% riguarda la presenza di topi ed escrementi e le problematiche relative al servizio delle mense. Marino replica a queste affermazioni sostenendo che, come responsabile della salute, il ministro Lorenzin dovrebbe svolgere le azioni necessarie a garantire la salute di tutti nella Capitale, quindi non solo e in gran parte delle scuole ma anche degli ospedali che meritano altrettante attenzioni e riguardi, soprattutto nel centro sud che spesso appare una sanità pubblica drammaticamente e irrimediabilmente abbandonata a se stessa. Giulia Di Giovanni