Rieti. Un uomo è stato trovato morto nella tarda serata di sabato all’interno di un bagno di un treno della linea L’Aquila-Terni. Il convoglio era appena giunto alla stazione ternana, quando è stato trovato il cadavere dell’uomo, si tratta di Gianpaolo Fasciolo, un 45enne, originario di Rieti. La vittima era già nota come tossicodipendente. polfer-polizia In base alle prime ricostruzioni, infatti, si apprende che potrebbe essere morto a causa di un’overdose di eroina. All’interno del bagno del treno, accanto al corpo senza vita dell’uomo, è stata trovata una siringa, mentre sul braccio il 45enne aveva i segni dell’assunzione della sostanza stupefacente. A dare l’allarme, intorno alle 22, è stato un passeggero che prima di scendere dal convoglio ha notato la porta del bagno socchiusa e il corpo riverso a terra. Particolarmente complesse le operazioni per rimuovere il cadavere, dal momento che il corpo si era incastrato tra il water e la porta. Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti gli agenti della Polfer.