Roma. Giallo a Roma: il cadavere di un uomo, impiccato e carbonizzato, trovato nell’intercapedine del palazzo in zona Prenestina, alla periferia est, dove ieri si era sviluppato un incendio che ha costretto i vigili del fuoco a evacuarlo.  Il rogo è divampato in un seminterrato dove erano conservate vernici infiammabili. L’allarme è stato dato da alcuni condomini che hanno sentito delle esplosioni e visto uscire fumo nero dai garage sotterranei. Si sarebbe suicidato Sirio Sugamele, il 34enne trovato impiccato. E’ quanto ipotizzano al momento gli investigatori. Il giovane, che lavorava nel cinema, potrebbIMG-20140903-WA024e essersi tolto la vita per il rimorso di aver provocato le fiamme. A quanto ricostruito finora dalla polizia, si trovava nel box interrato e stava lavorando con un frullino quando, forse a causa di una scintilla, le vernici hanno preso fuoco. Il giovane è stato anche visto da alcuni condomini uscire dal box con i pantaloni avvolti dalle fiamme e qualcuno gli avrebbe gettato alcune secchiate d’acqua addosso, prima di perderlo di vista. Qualche ora più tardi i pompieri durante una ricognizione hanno scoperto il corpo con un cavo elettrico attorno al collo e numerose ustioni. Sulla vicenda indaga il commissariato Torpignattara.