Viterbo. Parte oggi alle 17 dal Museo della Ceramica e si concluderà al Palazzo dei Papi la cerimonia di inaugurazione della 3° edizione della Biennale d’Arte Creativa internazionale promossa da  APAI – Associazione per la Promozione delle Arti in Italia, a cura di Laura Lucibello, presidente, e Giovanna Caterina De Feo, direttore artistico dell’associazione. Preceduta dalla conferenza stampa del 23 maggio 2014, alle ore 11.00 presso Palazzo Brugiotti alla presenza delle autorità istituzionali, la mostra evento patrocinata dalla Regione Lazio, Città e Provincia di Viterbo e dall’Università della Tuscia, vanta del contributo di importanti collaborazioni tra cui la Diocesi di Viterbo, la Fondazione Carivit, CNA Viterbo e Civitavecchia, Camera di Commercio di Viterbo, Fondazione Maimeri, Nero Graphite Belle Arti. Due i premi previsti: “Emergenti” e “Accademie”. Questo ultimo pensato per giovani dai 18 ai 35 anni selezionati tra le Accademie, Istituti e Scuole d’Arte e Facoltà di Architettura. Il 1° premio per ciascun concorso sarà l’esposizione di un’opera ad ArtShopping al Carrousel del Louvre a Parigi nel mese di ottobre 2014 ed il riconoscimento internazionale Apai 2014 per la Cultura Indipendente in Movimento assegnato a MAAM – Museo dell’Altro e dell’Altrove con sede in Roma. Il concept dell’evento si racchiude e concretizza in un percorso espositivo sensoriale diramato su sei prestigiose sedi istituzionali nel cuore della città che coinvolgerà occhi e mente, accompagnato da un ricco programma d’incontri e dibattiti sull’arte. Esporranno in 100 tra artisti affermati ed emergenti che presenteranno le loro opere attraverso i diversi linguaggi e  tecniche artistiche: dalla pittura alla scultura e ceramica passando per la grafica, fotografia ed istallazioni, fino ad arrivare alla Video Art e Performance live. Due i percorsi si intersecheranno lungo le strade della città, uniti dal filo rosso conduttore del viaggio attraverso i sensi:  Il primo intitolato, “Percorso al buio tra labirinti e specchi. Non sempre tutto ciò che appare è, non sempre tutto ciò che è appare”, si svilupperà lungo sei diverse sedi creando un vero proprio labirinto (Museo della Ceramica – Palazzo Brugiotti, nella Loggia di San Tommaso, nel Museo del Colle del Duomo, nella Sala Alessandro IV del Palazzo dei Papi, nell’Ex Chiesa di San Salvatore e nel Museo dei Facchini di Santa Rosa) mentre, il secondo, denominato “Nel profondo: bianco come l’alba, nero come la notte”, meno intricato, si svolgerà nella Sala Alessandro IV e nella sala del sottosuolo. Per maggiori dettagli sul programma dell’evento: info@biennaleviterbo.it e APAI – Associazione per la Promozione delle Arti in Italia – info@apaiarte.it – mobile 333 5994451. Elena Guerrabiennale_viterbo_2014