Marino. Sabato sera, pochi minuti allo scoccare della mezzanotte. All’interno di un noto locale di Marino, in via Cesare Battisti, una persona in palese stato di ebbrezza ha iniziato a dare in escandescenza e ad infastidire i clienti presenti in quel momento.
Dopo aver avuto diverse discussioni con alcuni avventori è uscito dal locale distruggendo alcuni vasi posti all’esterno dopodiché è rientrato brandendo un coltello a serramanico che ha lanciato tra una ventina di clienti presenti al momento. L’arma, fortunatamente, si è andata a conficcare dietro al bancone nella bottiglieria in legno posta di10421291_663723480402342_2449957999923785265_netro al barista, senza colpire nessuno. Quindi ha cercato di allontanarsi dal locale ma si è trovato davanti la volante del Commissariato di Marino giunta in quel momento, chiamata poco prima da alcuni clienti. Alla vista della macchina della Polizia, l’uomo si è scagliato contro di essa dapprima salendo sul cofano ammaccandolo, successivamente colpendola ripetutamente con calci alla carrozzeria e allo specchietto e prendendo a pugni il finestrino, minacciando inoltre gli agenti i quali, una volta scesi dalla macchina di servizio e coadiuvati da una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo, sono riusciti a bloccarlo e ad assicurarlo all’interno dell’autovettura.
Mentre veniva portato in commissariato per gli accertamenti l’uomo, identificato per M.F., 31enne di Marino, ha continuato con il suo comportamento aggressivo colpendo ripetutamente con la testa il finestrino posteriore ed il plexiglass divisorio presente all’interno della macchina di servizio ferendosi. Al termine delle indagini, M.F., già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto per i reati di resistenza, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale, minacce aggravate, danneggiamento aggravato e porto abusivo d’armi.