Latina. “Vedere per credere”. Per dimostrare che la bandiera blu è meritata, Acqualatina e Comune hanno voluto dimostrare, visivamente, i risultati che pian piano sono stati ottenuti nella depurazione della acque. Gli ingegneri Ennio Cima, Simona Bongirolami di Acqualatina e l’Assessore Fabrizio Cirillo hanno accompagnato i cronisti in un “tour” dei depuratori nelle aree del progetto Rewetland e nei depuratori di via del Lido e di Foceverde. I risultati ottenuti possono essere condensati nella cosiddetta “prova del secchio“.flu Gli addetti di Acqualatina hanno prelevato un secchio di acqua in entrata negli impianti e uno di acqua in uscita. A via del Lido l’esito è lampante: marrone l’acqua del primo secchio, trasparente la seconda. A Foce Verde l’acqua è marroncina anche nel secondo secchio. Ma il motivo è spiegabile. L’impianto di via del Lido è di ultima generazione a fanghi attivi. Il secondo, invece, è più obsoleto (e sarà interessato da lavori di riammodernamento nei prossimi anni) è l’ossigenazione avviene in vasche di pietrisco. “Normale che trattenga questo colore, ma l’acqua è perfettamente pulita e rispondente ai parametri”, spiegano i tecnici.

G.A.